San Vito dei Normanni

SLC Cgil Puglia: "Azienda a San Vito dei Normanni lavora con commessa pubblica dell' ANCI: quali condizioni?"

giovedì 31 dicembre 2015
La SLC CGIL Puglia e di Lecce/Brindisi, per voce rispettivamente di Andrea Lumino e Tommaso Moscara, chiedono urgentemente agli organi ispettivi vi di intervenire e verificare le condizioni dei lavoratori che svolgono attività di call center presso azienda a San Vito dei Normanni.

“Dalle informazioni in nostro possesso – si legge in una nota - sembrerebbe che in questa azienda siano utilizzati lavoratori a progetto (con condizioni contrattuali discutibili che partono da orari imposti a forme retributive distorte rispetto alle h effettivamente prestate) impegnati su una commessa pubblica come quella di ANCI (Associazione Nazionale Comuni d'Italia), finalizzata all'organizzazione di eventi con le strutture comunali o alla vendita di prodotti tecnologici per la registrazione delle sedute delle varie assisi. Se confermate le notizie in nostro possesso – prosegue la nota - ci sconcerta come effettivamente sia possibile che lo Stato,mentre è impegnato nell'approvazione delle clausole sociali, concede attività inerenti direttamente il pubblico come ANCI, che fattura miliardi di euro, a condizioni così ‘discutibili’. Riteniamo necessario che vengano accertate immediatamente le condizioni di concessione degli appalti, le eventuali responsabilità individuali, le condizioni contrattuali: il settore dei call center non può continuare ad essere luogo di violazioni di diritti, regole contrattuali e della dignità delle persone. Le clausole sociali – si legge ancora - stanno per essere approvate, ma anche solo eticamente lo Stato non può essere fautore e complice di queste situazioni di sfruttamento: inizi da subito a ripristinare condizioni di diritto e di rispetto dei lavoratori. Per questo chiediamo alle autorità competenti di intervenire immediatamente e di verificare la reale condizione di questa azienda del brindisino, di accertare eventuali responsabilità, di verificare chi e che attività svolge in questa azienda. Noi combattiamo le irregolarità nei call center: sino ad ora non abbiamo abbassato la testa di fronte a grandi multinazionali di qualsiasi settore. Ma – conclude la nota - vogliamo credere che lo Stato sia al nostro fianco in questa battaglia di diritti e legalità, oltre che di difesa del territorio e delle persone”.
Altri articoli di "San Vito dei Normanni"
San Vito dei Norm..
14/12/2018
Sequestro e indagini della Capitaneria per accertare che la ...
San Vito dei Norm..
05/12/2018
Sei arrestati per un agguato ai danni dei tifosi della ...
San Vito dei Norm..
16/11/2018
Sequestrati oltre 5.550 litri. Accertati ulteriori 6.500 litri di carburante consumato in ...
San Vito dei Norm..
07/11/2018
Operazione con i cani antidroga: i controlli continueranno ...