Carovigno

Elezioni amministrative, 10 Comuni chiamati al voto: 5 hanno eletto il nuovo sindaco e 5 andranno al ballottaggio

martedì 2 giugno 2015
 Su 10 Comuni della provincia di Brindisi chiamati al voto per il rinnovo del Consiglio Comunale, in 5 hanno già eletto il nuovo sindaco: gli altri dovranno aspettare il ballottaggio del 14 giugno prossimo.

I paesi che hanno i nuovi rappresentanti sono: Torchiarolo, Erchie, San Pietro Vernotico, Torre Santa Susanna e Ceglie Messapica.

Quelli al ballottaggio, invece: Mesagne, San Vito dei Normanni, Latiano, Carovigno e Oria.

La battaglia più avvincente si è verificata a Latiano, dove 3 sfidanti su 5, l'uscente Antonio De Giorgi, l'esperto amministratore Claudio Ruggiero e il professionista con la vocazione del volontariato Mino Maiorano, si sono tenuti testa fino a notte fonda, giocando sul filo di una manciata di voti e dando vita a una serie di sorpassi e controsorpassi degna di una gran premio di Moto Gp.

Alla fine l'hanno spuntata Maiorano e Ruggiero che, il 14 giugno prossimo, si contenderanno la vittoria al ballottaggio.

Lo scarto tra i 3 è stato minimo: Ruggiero ha messo insieme 2851 voti; Maiorano ha collezionato 2639 preferenze; De Giorgi ha racimolato 2613 voti.

Sono 26 le schede valide, quindi, che hanno sancito la sconfitta del sindaco uscente che, dalla sua, aveva i favori del pronostico, non fosse altro che per i 5 anni in cui la sua squadra ha amministrato il paese.

Passando agli altri Comuni, Torchiarolo ha eletto Nicola Serinelli, candidato della lista civica Rinnoviamo Torchiarolo, che ha superato il 50% delle preferenze, seguito dall'esponente del Pd Flavio Caretto, fermo a circa il 26%.

A Erchie si è assistito al ritorno di Giuseppe Margheriti. Il nuovo sindaco aveva dovuto incassare la sfiducia da parte del Consiglio Comunale che portò al commissariamento ma i suoi concittadini lo hanno voluto ancora alla guida del paese, accordando oltre il 38% dei voti a lui e alla lista che lo sosteneva, la civica Noi Erchie. Seconda, invece, è arrivata Ilaria Roma: la civica a suo supporto, Erchie Progresso, si è fermata al 25%.

Maurizio Renna sbanca e prende San Pietro Vernotico al primo turno: la civica Ricostruiamo San Pietro che lo appoggiava ha collezionato oltre il 51% contro il 40% del sindaco uscente, pasquale Rizzo.

Il senatore Michele Saccomanno, invece, è il nuovo sindaco di Torre Santa Susanna: la lista Michele Saccomanno sindaco ha preso il 39,16% contro il quasi 26% della civica Pompeo Petarra sindaco.

A Ceglie Messapica si riconferma ampiamente Luigi Caroli che raggiunge quasi il 60% delle preferenze. Non c'è stata partita, col primo degli sfidanti, Angelo Perrino, che arriva appena al 18%.

Cosimo Ferretti, a Oria, ha sfiorato l'impresa: il 47% dei voti raccolti dalla lista Uniti con Ferretti sindaco, però, gli impone il ballottaggio con Maria Carone di Insieme per Oria, che sfiora il 35%.

Sfida interna al centrodestra, invece, a Carovigno: Carmine brandi, candidato di Forza Italia, contenderà la poltrona di sindaco, col 35% dei voti, a Francesco De Biasi, del Nuovo Centro Destra, fermo al 28% circa.

L'eterogenea coalizione mesagnese che ha sostenuto Pompeo Molfetta non è riuscita nell'impresa di vincere al primo turno, sfondando, comunque, la soglia del 45%. Al ballottaggio, Molfetta se la vedrà con Ninni Mingolla, del Pd, che ha raccolto quasi il 27%.

San Vito dei Normanni sarà il teatro della sfida tra Silvana Errico di Forza Italia, 39%, e Domenico Conte del Pd, 32%.
Altri articoli di "Carovigno"
Carovigno
16/06/2020
CAROVIGNO - Un altro incendio nella serata di ieri, intorno alle 23, si è ...
Carovigno
13/06/2020
Nella tarda serata di ieri, fino alle prime luci ...
Carovigno
08/06/2020
CAROVIGNO - Questa mattina il Nucleo Investigativo del ...